Star Wars: Visions di Takashi Okazaki – Recensione

Pubblicato il

In Breve...

Volume consigliato agli appassionati della serie animata di Star Wars prodotta in collaborazione tra la Disney e Lucasfilm. Il prodotto è riduttivo a livello di trama e per metà contiene materiali del processo creativo di Takashi Okazaki: le matite, il passaggio a china e, per finire, il colore.

Star Wars Visions è un volume scritto e disegnato da Takashi Okazaki e pubblicato in Italia dalla Panini Comics. Il volume funge da prequel a quella che è la serie animata prodotta in collaborazione tra la Disney e la Lucasfilm. Vediamolo più nel dettaglio!

La trama

Star Wars: Visions  è una serie animata ad antologie prodotta nel 2021 dalla Lucasfilm Animation per Disney+. La prima stagione, intitolata Volume 1, consta di nove episodi prodotti da ben sette studi d’animazione giapponesi diversi. Ogni studio si è preso la libertà di raccontare, in maniera originale e rivisitata, le proprie storie, basate e ambientate nell’universo di Guerre stellari. Il tutto, ovviamente, sotto il controllo e la verifica della Lucasfilm.

Takashi Okazaki (Afro Samurai), il celebre autore dell’episodio della prima stagione di Star Wars: Visions intitolato Il duello, torna a presentarci un Giappone feudale ricco di dettagli e colpi di scena, per un brevissimo racconto che ha come protagonista il Ronin. Racconto che funge da prequel al corto animato più amato della prima stagione di Star Wars: Visions.

Il vagabondo solitario, conosciuto col nome di il “Ronin” e il suo droide viaggiano lungo una regione montuosa innevata. Sarà proprio durante questo viaggio che faranno un incontro speciale che li porterà a porsi dei quesiti e a guardare in faccia un uomo di grande valore.

Conclusioni

Il volume di per sé è davvero molto riduttivo a livello di trama. Nonostante ciò, è consigliato agli appassionati della serie animata prodotta in collaborazione dalla Disney e Lucasfilm. Inoltre, per metà contiene dei materiali del processo creativo di Takashi Okazaki: le matite, il passaggio a china e, per finire, il colore. Dunque, funge da ottimo volume da collezione e completismo se si è appassionati anche dell’autore.

spot_img

Gli Ultimi Articoli

Blade Runner origini 1: la recensione!

Ecco la nostra recensione senza spoilers del primo volume della nuova serie ambientata nell'universo di Blade Runner ambientata dieci anni prima del primo film !

Ennead: Un retelling mitologico

“Sei sempre il solito ingenuo, fratellino.” Ennead è un webtoon sud coreano scritto e disegnato...

Cold Lonely Death 1: Misteri avvolti nel dolore

Un manga thriller, misteri da svelare scavando in un doloroso passato fatto di abbandono...

ESTRANEI: IL PESO DELLA MEMORIA – Recensione

Estranei (All of Us Strangers) è appena uscito in Italia ma è già uno...

Ti potrebbe interessare

Blade Runner origini 1: la recensione!

Ecco la nostra recensione senza spoilers del primo volume della nuova serie ambientata nell'universo di Blade Runner ambientata dieci anni prima del primo film !

Ennead: Un retelling mitologico

“Sei sempre il solito ingenuo, fratellino.” Ennead è un webtoon sud coreano scritto e disegnato...

Cold Lonely Death 1: Misteri avvolti nel dolore

Un manga thriller, misteri da svelare scavando in un doloroso passato fatto di abbandono...
Volume consigliato agli appassionati della serie animata di Star Wars prodotta in collaborazione tra la Disney e Lucasfilm. Il prodotto è riduttivo a livello di trama e per metà contiene materiali del processo creativo di Takashi Okazaki: le matite, il passaggio a china e, per finire, il colore. Star Wars: Visions di Takashi Okazaki - Recensione