World’s Finest Assassin Gets Reincarnated in Another World as an Aristocrat – Recensione

Pubblicato il

In Breve...

Opera sublime. Mantenendo l'ossatura classica di un isekai, riesce a contraddistinguersi egregiamente da altre opere del suo genere, aggiungendo quel pizzico di freschezza alla trama e ai personaggi.

Entra nel panorama manga la celebre storia isekai/fantasy World’s Finest Assassin Gets Reincarnated in Another World as an Aristocrat, grazie a Planet Manga.

L’opera nasce come serie di light novel, scritta da Rui Tsukiyo e illustrata dall’artista Reia. Tuttavia da questa, oltre all’adattamento a manga, che ricordiamo essere accompagnato dai sensazionali disegni dell’artista Hamao Sumeragi, è stato tratto anche un celebre anime di successo disponibile su Crunchyroll.

Copertina del primo volume di World’s Finest Assassin Gets Reincarnated in Another World as an Aristocrat
Foto di @anerddiary su Instagram 

La trama

La trama ruota intorno alla vita di un famoso sicario su commissione a livello mondiale. Questi ha dedicato tutta la sua esistenza al suo mestiere e all’organizzazione per cui lavora. Tuttavia, durante una missione si rende conto che è proprio questa a volerlo mettere fuori dai giochi, forse perché diventato solo un peso, vista la sua veneranda età. Dopo una breve riflessione sulla vita condotta sino ad allora, seguita dalla sua morte, egli si risveglia al cospetto di una dea, la quale gli propone di reincarnarsi in un mondo nuovo, di assumere un nuovo aspetto e di condurre una nuova vita in un luogo dove, a dominare, vi è la legge della spada e della magia.

Logicamente ad ogni concessione corrisponde un tornaconto. Di conseguenza, la sua missione, in cambio di questa seconda possibilità, sarà quella di trovare ed uccidere l’eroe che, sedici anni dopo la sua nascita, sarebbe andato fuori di testa e avrebbe condotto quel mondo alla distruzione. Dopo avergli concesso la scelta di diverse skills con cui rinascere, mantenendo sempre i ricordi della sua vita precedente, egli si reincarna nel personaggio di Lugh Tuatha Dé, discendente della nobile casata Tuatha Dè.

I primi momenti di vita del protagonista reincarnato nei panni di Lugh. Qui Lugh è particolarmente sorpreso dalla calorosità genitoriale che si trova di fronte. Anche qui sente di poter ottenere qualcosa di cui non era venuto a conoscenza nella vita precedente: l’amore dei genitori.

Agli occhi di tutti si tratterebbe di una famiglia di medici che aiutano le persone tramite l’esercizio della propria compassione. Tuttavia, è nell’oscurità che questa famiglia agisce in maniera losca, trasformandosi in una congrega di assassini. I capi della casata hanno in pugno il destino degli aristocratici di ogni dove. Se uno di essi dovesse comportarsi al limite della legalità, verrebbe individuato ed eliminato. Insomma, a buon vedere, il loro scopo ultimo è proprio quello di mantenere l’ordine e il decoro.

Così Lugh impara in maniera del tutto nuova le tecniche dell’assassinio, perfezionando anche quelle che già conosceva grazie agli insegnamenti paterni, si impossessa dei saperi della medicina e si appropria di numerose capacità magiche. Mostrando una certa attitudine per le arti magiche, i genitori decidono di affiancargli una maestra di grande fama e talento, proveniente da una famiglia altrettanto illustre: Dia Viekone. Con Dia, Lugh non solo impara le basi della magia, ma scopre che può creare nuove formule magiche sino ad allora ignote.

Lugh cresce, incontra diverse persone, tra cui la dolce ed indifesa Tarte a cui, in giovane età, salva la vita. Questa diventa sua fedele assistente, abbozzando al lavaggio del cervello fattole in una condizione di svantaggio dal giovane Lugh. E così, tra finzione e realtà, tra magia e spade, proseguirà la sua missione, la sua nuova vita. Riuscirà nel suo intento? Non ci resta che scoprirlo, avventurandoci con questi ed altri personaggi, volume dopo volume, alla scoperta di un mondo tutto nuovo.

Il fascino degli isekai: una nuova possibilità in una nuova vita

Tanto, troppo spesso, accade di sentire di non aver fatto abbastanza, di aver sprecato buona parte della propria esistenza, della propria vita. Talvolta, alcuni accadimenti rendono evidente tale condizione, altre volte è semplicemente la vita a porci dinanzi alla realtà. Non sempre abbiamo il tempo di ricominciare o, forse sarebbe più corretto dire, la voglia di farlo. 

“E’ la prima volta che mi capita di aver dubbi sulla vita che ho vissuto. Giuro che, se ce ne sarà una prossima la vivrò solo in funzione dei miei interessi e dei miei desideri.”

-Lugh (prima di reincarnarsi)

Spesso è grazie al cinema, al teatro, alla letteratura e all’arte che noi riusciamo a soddisfare alcuni desideri, alcune volontà trascurate nella quotidianità della vita. Attraverso il grande schermo, attraverso uno spettacolo, attraverso un libro o un dipinto, noi riusciamo a trascendere dalla nostra condizione mortale. Riusciamo a vivere più vite. Il motivo per cui gli isekai ci piacciono così tanto? Si cela esattamente dietro la stesso costrutto, quello di immortalità. La ragione per cui spesso ci attrae l’idea di poterci reincarnare sta proprio nel concetto di possibilità. Possibilità di fare di più, di vivere di più, di amare di più. Ed è qui che si colloca perfettamente il cuore di un isekai. Non è la presenza di un harem o di un protagonista super forte, ma una nuova possibilità in una nuova vita, senza sprecarne neanche una goccia.

“Nella mia vita precedente non avrei mai fatto qualcosa di tanto assurdo ma ora non mi tirerò certo indietro. Non solo non sto eseguendo gli ordini di qualcuno ma agisco di mia iniziativa e quando lo desidero.”

-Lugh (reincarnato)

Conclusioni

World’s Finest Assassin Gets Reincarnated in Another World as an Aristocrat, dunque, incarna i principi cardini del genere isekai, mantenendone la struttura generale. Tuttavia, a questa viene aggiunto un tocco di freschezza tale da renderla genuinamente piacevole e pazientemente attesa. Non a caso, la trama non fa che stuzzicare il lettore, in quanto l’originalità dell’idea insita nel dover uccidere l’eroe, fa anche riflettere circa le peculiarità insite nel concetto stesso di eroe e nell’idea che questo dovrebbe trasmettere. Chi è il vero eroe qui? Chi è il sicario? Non ci resta che scoprirlo.

spot_img

Gli Ultimi Articoli

Demon Slayer arriva al cinema: verso l’allenamento dei pilastri – Recensione in anteprima

Arriva al cinema il film evento di Demon Slayer: Demon slayer verso l'allenamento dei pilastri.

BEST MOVIE COMICS AND GAMES 2024 – Il poster di Leo Ortolani e i primi ospiti. Aperte le prevendite

Torna a Milano Best Movie Comics and Games, manifestazione nata nel 2022 in occasione del ventennale...

FABBRICANTE DI LACRIME – Il teaser trailer del film tratto dal fenomeno letterario di Erin Doom, dal 4 aprile SOLO SU NETFLIX

Fabbricante di lacrime sarà disponibile dal 4 aprile 2024 solo su Netflix. Da oggi è disponibile il...

Trizia ritorna in Italia

Lo Scarabocchiatore Edizioni torna con una nuova pubblicazione, questa volta la casa editrice lascia...

Ti potrebbe interessare

Demon Slayer arriva al cinema: verso l’allenamento dei pilastri – Recensione in anteprima

Arriva al cinema il film evento di Demon Slayer: Demon slayer verso l'allenamento dei pilastri.

Trizia ritorna in Italia

Lo Scarabocchiatore Edizioni torna con una nuova pubblicazione, questa volta la casa editrice lascia...

TOPOLINO – Arrivano le “Medaglie d’Autore”, una nuova collezione da non perdere con le illustrazioni inedite di Fabio Celoni

Con Topolino arriva una nuova imperdibile (e preziosissima!) collezione: le Medaglie d’Autore di Topolino. Dedicate ai più...
Opera sublime. Mantenendo l'ossatura classica di un isekai, riesce a contraddistinguersi egregiamente da altre opere del suo genere, aggiungendo quel pizzico di freschezza alla trama e ai personaggi. World's Finest Assassin Gets Reincarnated in Another World as an Aristocrat - Recensione